Archivio eventi

Moheir: Presentazione album "A Rought Soundtrack"

 

Venerdì 16 Maggio i Moheir presentano il loro nuovo disco "A Rough Soundtrack" presso lo Spazio Sociale 100celleAPERTE

I Moheir sono una band attiva nel panorama romano.

Le loro sonorità, che richiamano solo nell’estetica musicale i toni del progressive rock, aprono in verità orizzonti comunicativi difficili da classificare e da confrontare con qualcosa di già sentito.

L’originalità espressiva e il talento musicale della band è solo il sipario che svela la forza comunicativa propria del gruppo e determina con chiarezza l’obiettivo ambizioso dei Moheir, ossia dare alla musica una naturalità estetica capace di rendersi oltre che piacevole da ascoltarsi, coinvolgente da viversi come di fronte a un’opera d’arte.

Grazie alla loro impronta visual nel viversi il palco e alla sperimentazione musicale abbinata in alcune esperienze anche alle proiezioni, riescono a creare nuovi linguaggi artistici, capaci di entrare in connessione con molteplici sfaccettature espressive.

Nel 2010 la prima esperienza discografica vede la luce nell'EP intitolato “Miss Tavor”, registrato presso lo studio 100REC dello Spazio Sociale 100celleAPERTE.
Nel 2014 la band, dopo aver consolidato la nuova line-up e il nuovo materiale, registra l'album, interamente autoprodotto, “A Rough Soundtrack”. Le registrazioni vengono eseguite nuovamente nello studio 100REC, successivamente il lavoro viene missato da Massimo Bandiera e Gianmarco Bellumori nei Ghostrack Studio e masterizzato presso i Wolf Recording Studio da Gianmarco Bellumori. 

Ingresso a sottoscrizione libera.

 

I Moheir sono:

Nicola Saba - chitarra/voce
Marcello Gagliastro - basso
Alex Cardinale - sax/synth/voce
Julian Bellisario - batteria

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

9 maggio - Franco Ferguson presenta EUGENIO COLOMBO

 

100celleaperte is proud to present FRANCO FERGUSON!

Il collettivo Franco Ferguson, che con sei anni di vita è uno dei più longevi d'Italia, organizza una volta al mese per degli IMPRORING, concerti di musica improvvisata con vari set che coinvolgono musicisti che spesso non hanno mai suonato insieme e a volte non si conoscono. 

Quest'anno, dopo l'esperienza dello scorso, in cui Franco ha chiamato a raccolta i maggiori collettivi musicali d'Italia, invade la capitale con una rassegna che coinvolgerà vari posti e spazi offrendo il frutto di quella che è stata (direttamente o indirettamente) l'esperienza degli improring.

Dal "libretto rosso" di franco Ferguson:

1) Franco Ferguson è un collettivo formato da musicisti/e che condividono un approccio critico, creativo e non ortodosso al jazz ed alle musiche ad esso correlate.

2) Il collettivo si propone di valorizzare e connettere tra loro tutti/e coloro che si muovono in questo ambito. Coinvolgere il maggior numero di musicisti/e in una visione collettiva e cooperativa della musica,dove l’artista si senta parte di un “movimento” e non “singolo tra singoli”.

6) Franco Ferguson è responsabile dell’organizzazione di Zone Temporaneamente Libere. Improring, concerti, eventi ed altre azioni dirette alla disintossicazione sociale e culturale sono manifestazioni concrete di libere zone Fergusoniane.

Il 30 gennaio secondo appuntamento a 100celleaperte con POSPAGHEMME

---------------------------------------

Eugenio COLOMBO: sax

Eugenio Colombo
incoerentissimo:
Compositore, ma anche esecutore
Suona il sax, ma anche il flauto
Insegna in conservatorio, ma è appassionato di jazz
Gli piace la compagnia , ma ogni tanto suona da solo
E’ considerato un jazzista, ma non è mai stato a New Orleans
E’ affascinato dalla musica elettronica, ma ascolta spesso musiche tribali
E’ vegetariano, ma convive con carnivori
Vive in centro, ma ama la campagna
Vorrebbe andare a piedi, ma usa sempre più spesso la vespa e l’automobile
E’ nato musicalmente nell’era dei capelloni, ma ora è quasi calvo

---------------------------------------

ingresso a sottoscrizione libera (che va interamente ai musicisti)

inizio ore 22

http://www.francoferguson.com

28 marzo - Franco Ferguson presenta LUZ ___ Polemonta release party

 

100celleaperte is proud to present FRANCO FERGUSON!

Il collettivo Franco Ferguson, che con sei anni di vita è uno dei più longevi d'Italia, organizza una volta al mese per degli IMPRORING, concerti di musica improvvisata con vari set che coinvolgono musicisti che spesso non hanno mai suonato insieme e a volte non si conoscono. 

Quest'anno, dopo l'esperienza dello scorso, in cui Franco ha chiamato a raccolta i maggiori collettivi musicali d'Italia, invade la capitale con una rassegna che coinvolgerà vari posti e spazi offrendo il frutto di quella che è stata (direttamente o indirettamente) l'esperienza degli improring.

Dal "libretto rosso" di franco Ferguson:

1) Franco Ferguson è un collettivo formato da musicisti/e che condividono un approccio critico, creativo e non ortodosso al jazz ed alle musiche ad esso correlate.

2) Il collettivo si propone di valorizzare e connettere tra loro tutti/e coloro che si muovono in questo ambito. Coinvolgere il maggior numero di musicisti/e in una visione collettiva e cooperativa della musica,dove l’artista si senta parte di un “movimento” e non “singolo tra singoli”.

6) Franco Ferguson è responsabile dell’organizzazione di Zone Temporaneamente Libere. Improring, concerti, eventi ed altre azioni dirette alla disintossicazione sociale e culturale sono manifestazioni concrete di libere zone Fergusoniane.

Il 30 gennaio secondo appuntamento a 100celleaperte con POSPAGHEMME

---------------------------------------

"[...] La traduzione della loro musica, potrebbe essere la faccia di Buster Keaton.
Il bello, però, è che poi la musica arriva, puntuale. Arriva con ironia e gioia, tumulto e clamore. Nei processi che ne determinano la forza, cioè, si agita un orizzonte caleidoscopico, che alla moltitudine dei rimandi impossibili unisce la fermezza dell’invenzione possibile. Il risultato, semplicemente, sorprende. Come, ormai, nessuno fa, da tempo. Musicisti, combattenti, improvvisatori, ritmatisti, abili nello sfregare corde e anche pizzicarle, centrocampisti melodisti: i Luz sono questo. E di per sé, sarebbe già sufficiente. Ma loro non si accontentano. E no. Infatti, sono molto altro. Talmente altro che non basta un disco per imprigionarne la genialità diffusa, la creatività spinta all’eccesso. Il disco, questo disco, è un buon punto di partenza, poiché garantisce l’accesso a una delle formazioni più sbilanciate della storia, calcisticamente parlando. Che però, a differenza di altre squadre storicamente sbilanciate, vince. Anzi, trionfa."
VINCENZO MARTORELLA

LUZ è:

Giacomo Ancillotto: chitarra
Igor Legari: contrabbasso
Federico Leo: batteria
Tomeka Reid: violoncello

il 28 marzo esce ufficialmente POLEMONTA, pubblicato da Auand Records, e sarà presentato allo spazio sociale 100celleaperte per la rassegna Franco Ferguson INVASION.

www.luzmusic.it
www.auand.com

www.francoferguson.com

---------------------------------------

ingresso a sottoscrizione libera (che va interamente ai musicisti)

inizio ore 22

11 aprile - Franco Ferguson presenta TRAVELERS

 

100celleaperte is proud to present FRANCO FERGUSON!

Il collettivo Franco Ferguson, che con sei anni di vita è uno dei più longevi d'Italia, organizza una volta al mese per degli IMPRORING, concerti di musica improvvisata con vari set che coinvolgono musicisti che spesso non hanno mai suonato insieme e a volte non si conoscono. 

Quest'anno, dopo l'esperienza dello scorso, in cui Franco ha chiamato a raccolta i maggiori collettivi musicali d'Italia, invade la capitale con una rassegna che coinvolgerà vari posti e spazi offrendo il frutto di quella che è stata (direttamente o indirettamente) l'esperienza degli improring.

Dal "libretto rosso" di franco Ferguson:

1) Franco Ferguson è un collettivo formato da musicisti/e che condividono un approccio critico, creativo e non ortodosso al jazz ed alle musiche ad esso correlate.

2) Il collettivo si propone di valorizzare e connettere tra loro tutti/e coloro che si muovono in questo ambito. Coinvolgere il maggior numero di musicisti/e in una visione collettiva e cooperativa della musica,dove l’artista si senta parte di un “movimento” e non “singolo tra singoli”.

6) Franco Ferguson è responsabile dell’organizzazione di Zone Temporaneamente Libere. Improring, concerti, eventi ed altre azioni dirette alla disintossicazione sociale e culturale sono manifestazioni concrete di libere zone Fergusoniane.

Il 30 gennaio secondo appuntamento a 100celleaperte con POSPAGHEMME

---------------------------------------

TRAVELERS

Antonin Tri-Hoang: saxofono
Francesco Diodati: chitarra
Matteo Bortone: contrabbasso
Ariel Tessier: batteria

I TRAVELERS nascono da una session parigina nell'inverno 2008 ma è solo a partire dal 2011 che Matteo Bortone, giovane contrabbassista originario di Otranto, decide di guidare il quartetto equamente diviso tra Francia e Italia.

Già membro del nuovo trio del pianista Alessandro Lanzoni (“Dark Flavour”, il disco d'esordio è firmato CAM JAZZ ed è uscito a febbraio 2013), dopo molteplici collaborazioni e riconoscimenti in Italia e all'estero (2 borse di studio a Siena Jazz dove viene scelto come rappresentante italiano allo IASJ diretto da Dave Liebman nel 2009, un Master ottenuto al prestigioso Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi), Matteo sceglie la front-line della sua prima band che lo vede in veste di leader affidandosi ad Antonin-Tri Hoang al sax alto e clarinetto basso, una delle voci più singolari del panorama jazzistico francese, membro dell' “Orchestre Nationale de Jazz” e Francesco Diodati, chitarrista romano tra i migliori nuovi talenti odierni. Ariel Tessier, batterista parigino completa, insieme a Matteo, la ritmica del gruppo.

La musica è fedele alle intenzioni del leader: forti melodie, songs malinconiche che sfociano in tempeste elettriche, “spaccature free e paesaggi cantautoriali” (Musica Jazz, Agosto 2012); il costante binomio tra melodia e improvvisazione collettiva libera la band da ogni prevedibile definizione stilistica, affermando tuttavia una decisa impronta rock/pop che caratterizza le tematiche dei brani, composti quasi esclusivamente da Bortone e inscritti appieno nel mood compositivo contemporaneo affine a personalità come Jim Black, Kneebody, Wayne Krantz, Dave King.

L'esordio della band, disco dall'omonimo titolo 'Matteo Bortone TRAVELERS' edito da Zone di Musica (uscito il 6 Marzo 2013) è stato concepito tra Roma e Parigi, registrato in Francia ed ha come tema principale il viaggio, il movimento: la musica è tagliente, aperta a mutazioni improvvise, percorsi tortuosi che trasportano l'ascoltatore in panorami acustici ed elettrici.

L'album ha già ottenuto importanti riconoscimenti dalla stampa francese e italiana ed è stato eletto “Révélation Jazzman” e “Jazz Découverte” dalle riviste francesi Jazz Magazine e Jazz News oltre ad aver ottenuto il “Jazzit Likes It” dalla rivista JAZZIT. Come primo disco da leader, Matteo Bortone non privilegia l'aspetto solistico dei singoli ma il suono collettivo, attraverso una scrittura che tiene conto degli altri membri del gruppo.
Le undici tracce dell'album sono ad opera di Bortone, ad eccezione della struggente ballad “Man of the hour” composta da Eddie Vedder dei Pearl Jam.

---------------------------------------

ingresso a sottoscrizione libera (che va interamente ai musicisti)

inizio ore 22

http://www.francoferguson.com

http://www.matteobortone.com/

20 febbraio - Franco Ferguson presenta DP UNIT

 

100celleaperte is proud to present FRANCO FERGUSON!

Il collettivo Franco Ferguson, che con sei anni di vita è uno dei più longevi d'Italia, organizza una volta al mese per degli IMPRORING, concerti di musica improvvisata con vari set che coinvolgono musicisti che spesso non hanno mai suonato insieme e a volte non si conoscono. 

Quest'anno, dopo l'esperienza dello scorso, in cui Franco ha chiamato a raccolta i maggiori collettivi musicali d'Italia, invade la capitale con una rassegna che coinvolgerà vari posti e spazi offrendo il frutto di quella che è stata (direttamente o indirettamente) l'esperienza degli improring.

Dal "libretto rosso" di franco Ferguson:

1) Franco Ferguson è un collettivo formato da musicisti/e che condividono un approccio critico, creativo e non ortodosso al jazz ed alle musiche ad esso correlate.

2) Il collettivo si propone di valorizzare e connettere tra loro tutti/e coloro che si muovono in questo ambito. Coinvolgere il maggior numero di musicisti/e in una visione collettiva e cooperativa della musica,dove l’artista si senta parte di un “movimento” e non “singolo tra singoli”.

6) Franco Ferguson è responsabile dell’organizzazione di Zone Temporaneamente Libere. Improring, concerti, eventi ed altre azioni dirette alla disintossicazione sociale e culturale sono manifestazioni concrete di libere zone Fergusoniane.

Il 30 gennaio secondo appuntamento a 100celleaperte con POSPAGHEMME

---------------------------------------

DP UNIT

Davide Piersanti: trombone
Roberto Raciti: contrabbasso
Federico Leo: batteria

DP Unit è L’organico romano del trombonista Davide Piersanti. 
Residente a Berlino, torna in veste di leader con un trio harmonic-less: un suono asciutto, essenziale, ma molto affascinante in una dimensione che offre notevole potenzialità. La formazione affronta un repertorio di composizioni di Piersanti, con diverse influenze ma il tutto caratterizzato da una forte componente ritmica, da groove spezzati a tempi irregolari, oppure temi dal particolare sapore evocativo e qualche brano di jazzmen storici. il gruppo trova la giusta quadratura con una sezione ritmica di spessore quale: Roberto Raciti al contrabbasso e Federico Leo alla batteria.

---------------------------------------

ingresso a sottoscrizione libera (che va interamente ai musicisti)

inizio ore 22

http://www.francoferguson.com

https://soundcloud.com/davide-piersanti/dp-unit-451-davide-piersanti