Archivio eventi

16 gennaio - proiezione di "UN PASSO AVANTI", di Andrea Polinelli

 

"UN PASSO AVANTI"
La storia di Roberta Escamilla Garrison come contributo alla relazione musica-danza

un documentario di Andrea Polinelli 

Giovedì 16 gennaio lo spazio sociale 100celleaperte presenta un documentario scritto e diretto da un musicista, per colmare un vuoto ingiustificato riguardante una delle maggiori personalità viventi nell'ambito della danza contemporanea.
Roberta E. Garrison (moglie del contrabbassista dello storico quartetto di John Coltrane, Jimmy Garrison) è dagli anni settanta a Roma ed è riconosciuta come un punto di riferimento per la danza contemporanea legata al jazz. Questo documentario ripercorre la sua lunghissima carriera dall'inizio fino ad oggi che, a più di settant'anni, non smette di danzare.

Buona parte del documentario è stato montato negli studi di 100celleaperte.

Dopo la proiezione ci sarà una performance musicale di Andrea Polinelli (sax), accompagnato da Federico Leo alla batteria.

proiezione ore 20
concerto ore 21

ingresso a sottoscrizione libera
100cl critical bar attivo

www.100celleaperte.org
www.andreapolinelli.it

SYNCROFILM_15 APRILE

VENERDì 15 APRILE 2011 alle 22
SYNCROFILM
sonorizzazione live


Proiezione di "MESCHES OF THE AFTERNOON", di Maya Deren,
sonorizzato dal vivo da SIMONE PAPPALARDO, musicista eclettico e autocostruttore dei suoi incredibili strumenti. Da vedere e da sentire.
http://www.simone-pappalardo.it

 

syncrofilm

MESCHES OF THE AFTERNOON

VENERDì 15 APRILE 2011 alle 22
SYNCROFILM
sonorizzazione live


Proiezione di "MESCHES OF THE AFTERNOON", di Maya Deren,
sonorizzato dal vivo da SIMONE PAPPALARDO, musicista eclettico e autocostruttore dei suoi incredibili strumenti. Da vedere e da sentire.
http://www.simone-pappalardo.it

 

syncrofilm

 

"Maglie del pomeriggio" è una delle opere più influenti nel cinema sperimentale americano.
Un lavoro non-narrativo, identificato come un esempio chiave del film "trance",
in cui protagonista appare in uno stato onirico, e dove la telecamera trasmette il suo focus soggettivo.
La figura centrale nelle "maglie del pomeriggio", interpretato da Deren, è in sintonia con la sua mente inconscia, intrappolata in una rete di eventi-sogno che sconfinano nella realtà.
Oggetti simbolici ed eventi aperti e interrotti.
Deren ha spiegato che voleva "mettere su pellicola il sentimento che un essere umano sperimenta riguardo a un incidente, piuttosto che registrare l'accaduto con precisione."

Realizzato da Deren con il marito, il direttore della fotografia Alexander Hammid, "maglie del pomeriggio" ha aperto la strada al movimento indipendente d'avanguardia nel cinema negli Stati Uniti, che è conosciuto come il New American Cinema. E' direttamente ispirato alle prime opere di Kenneth Anger, Stan Brakhage, e di altri grandi cineasti sperimentali.

SYNCROFILM_PROGRAMMA

SABATO 19 MARZO 2011_ore 21.30

syncrocinema


SYNCROFILM


"Zero in Condotta"

di Jean Vigo, 1933

(sonorizzazione live)

 


ADRIANO LANZI_guitar + electronics
DAVIDE PIERSANTI_trombone + electronics

 

 

Zero In Condotta, capolavoro antiautoritario e poetico della scarna cinematografia di Jean Vigo, ci fa partecipi della rivolta di quattro ragazzini in un collegio. Adriano Lanzi e Davide Piersanti entrambi attivi nei circuiti del rockjazz, della contemporanea, dell'improvvisazione e delle "nuove musiche" in generale in Italia e all'estero, ne propongono una rimusicazione dal vivo che sottolinea, anche con l'uso della manipolazione elettroacustica dei loro strumenti, la sconcertante attualità della pellicola e al tempo stesso dà ai protagonisti voci inedite... e inaudite.
...

Stroncato dalla censura come "antifrancese", Zero in Condotta di Vigo (realizzato nel 1933) uscì nelle sale solo nel 1945.
Finiscono le vacanze ed è tempo di ritornare al collegio, luogo austero dove i tutori, adulti ottusi, infliggono punizioni severe, privano della libertà e della creatività. Quattro ragazzi, puniti con uno "zero" in condotta decidono di ribellarsi….. Si scatena così la battaglia: il giorno della festa del collegio gli adulti hanno la peggio e i ragazzi possono correre per i tetti finalmente liberi.

La collaborazione tra Adriano Lanzi e Davide Piersanti prende il via dall’intenzione di sonorizzare il capolavoro di J. Vigo scelto da SynchroFilm per la rassegna omonima.
Entrambi polistrumentisti, compositori e improvvisatori, già attivi individualmente su progetti di sonorizzazione di film d’epoca o sperimentali; elaborano un percorso narrativo sulle sequenze filmiche, attraverso la strada della composizione aperta, con un fluire improvvisativo che sottolinea momenti tematici e melodici ad altri timbrici, più alterati o dinamici, le diverse scene del film che (sottratte dai dialoghi) si caricano di ulteriore atmosfera surreale e di nuova linfa evocativa.
Il duo allestisce con una chitarra elettronicamente trasfigurata ed un trombone elettro-acusticamente trasformato, il piano sonoro con cui riattualizzare immagini “antiche” per suoni “moderni”, omaggio ad un geniale artista, in un affascinante scambio osmotico oltre il tempo, ma nel breve spazio di una rilettura.

Adriano Lanzi
Ha suonato per molti anni in studio e dal vivo con il griot senegalese Siriman Pape Kanoutè, forse il primo e più rigoroso divulgatore della kora e della cultura mandinka in Italia. Con Omar Sodano ha curato un
remix per i krautrockers Faust, pubblicando poi un album in duo per la Klangbad, label del loro tastierista Hans-Joachim Irmler. Ha fondato il quartetto El Topo, tra rockjazz ed elettronica, pubblicato dalla belga Off. Collabora con il veterano del progressive e dell’improvvisazione Geoff Leigh (ex-Henry Cow) e con il gruppo gallese di postpunk psichedelico degli Ectogram. Dal 2001 si dedica con regolarità alla rimusicazione di
classici del cinema silenzioso, in festival italiani e internazionali.

Davide Piersanti
Si muove trasversalmente avendo avuto collaborazioni dalla world music (Taraf Orchestra, Nour Eddine Fatty, Lula Pena) al jazz all’improvvisazione radicale (Ab Baars, Jack Wright, Butch Morris, Daniel Carter Gianfranco Tedeschi, Eugenio Colombo e recentemente con il percussionista-batterista scozzese Ken Hyder) fino alla musica per teatro, al mondo cantautorale, al funk (Funkallisto) e a vari progetti personali come il contenitore Anagram Of Idea, progetto che cura la musicazione live di film di ricerca, suona negli anni in palcoscenici di festival apparentemente distanti quali: Roma Incontra il Mondo, Rumori Mediterranei, Controindicazioni, Nuova Consonanza.


http://www.myspace.com/adrianolanzi
http://www.myspace.com/davidepiersanti